L’amore al tempo delle… allergie alimentari

dolci

Il primo appuntamento con un nuovo potenziale amore è sempre accompagnato da aspettative e emozioni – entrambe valutabili con un incremento del 99% dell’acquisto di scarpe nuove nella regione di riferimento.  Nei giorni precedenti oltre ai debiti nella carta di credito  mille curiosità si affollano nella mente e non vedono l’ora di essere soddisfatte. Lavoro, hobby, famiglia, cinema, libri e preferenza per cani o gatti. Sono tantissime le cose che si vorrebbero conoscere del nostro Uscente. Termine, questo, scientifico per definire non un portiere di notte, ma un soggetto impegnato in una relazione non seria.

Ma c’è un argomento che oggi viene scandagliato e affrontato ancora molto prima di arrivare a quel fatidico giorno e che può perfino pregiudicare l’opzione per il primo appuntamento. Non tanto il credo religioso e politico, la destra e la sinistra sono oramai categorie superate dopo Renzi, ne l’appartenenza ad una religione diversa e l’amore dichiarato per i libri di Moccia creano più ripensamenti… dell’appartenenza ad un regime alimentare diverso.

Non siamo di certo tutti come Fausto Brizzi che ha sposato una vegana e si è quasi convertito al veganesimo per amore. L’ultimatum Dimmi come mangi e ti dirò se voglio uscire con te in realtà è molto più frequente di quello che si pensa. Se mi fosse capitato un vegano allergico al lattosio e nemico dei carboidrati, per scelta di vita e di trippa, probabilmente lo avrei liquidato essendo  un’onnivora dipendente da dolci, caffè e latte, di certo l’amore avrebbe fatto fatica a superare la colazionecolazione

I problemi possono nascere anche dalle prime conversazioni su WhatsApp:

LUI: Ciao. Davvero carina la foto del tuo profilo? Che cosa stai facendo di bello?

LEI: Ehi grazie, l’ho scattata al volo, solo 120 foto eliminate e  8 filtri di Instagram. Sono nel mio giardino a fare la spesa.

LUI: Faccina perplessa. Senti vorrei portarti a cena sabato sera, che ne dici se andiamo al ristorante indiano vegano senza glutine?

LEI: Faccina con goccia. Sai io non mangio cibo cotto, sono una  crudista convinta, se vuoi ti invito nel mio balcone di casa a pranzo che se siamo fortunati e c’è il sole possiamo essiccare insieme qualcosa, io te e il mio gatto vegetariano Rapa

LUI: Ha abbandonato la conversazione

LEI:Ha aperto una scatola di biscotti crudi

Ecco aldilà dell’estremizzazioni comiche queste sono le nuove dinamiche amorose nel “decennio ribattezzato dell’amore al tempo delle allergie alimentari”. Se Gabriel Garcia Màrquez  fosse vissuto oggi probabilmente avrebbe lasciato il colera per dedicarsi a raccontare l’amore tra allergie, intolleranze e regimi alimentari con un Florentino amante della cucina Primitiva – si lo so esiste anche questa – e una Fermina vegetariana macrobiotica.

Una volta si diceva Moglie e buoi dei paesi tuoi e l’accordo era già fatto. Oggi dovremmo dire Moglie e cane dei cibi tuoi e vissero tutti felici e saziati!

 

 

 

Annunci

Autore: CostolaDiAdamo

Giornalista e Blogger sempre in lotta con il tempo, con il mondo del lavoro e con i guai autocreati e non. In assenza di un vero impiego alimento il mondo creativo nella mia mente. Seguitemi su Facebook, Pinterest e Instagram come Costoladiadamoblog o scrivetemi all'indirizzo mail costoladiadamoblog@gmail.com

One thought on “L’amore al tempo delle… allergie alimentari”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...